««Torna

Regolamento dell'Assemblea dei genitori

Basi legali

Legge della scuola 1990:

art. 25 - 41 - 42 - 43 - 44

Reg. di applicazione LS 1992:

art. 63 - 64 - 67 - 71

 

Regolamento

Capitolo I:

ASSEMBLEA

Art. 1
Scopo

L'Assemblea dei genitori ha lo scopo di partecipare alla vita dell'Istituto scolastico al fine di perseguire le finalità espresse dall'art. 2 della Legge della Scuola, senza interferire nelle competenze già delegate ad altre istanze.

Art. 2
Composizione

L'Assemblea del genitori è la riunione di tutti i detentori dell'autorità parentale sugli allievi iscritti all'Istituto di Vacallo.

Art. 3
Compiti

L'Assemblea dei genitori:
a) approva il proprio regolamento ed eventuali sue modifiche;
b) formula all'attenzione degli altri organi dell'Istituto le richieste del genitori;
c) favorisce i rapporti fra le diverse componenti della scuola;
d) esprime l'opinione dei genitori nelle consultazioni;
e) delibera sugli oggetti che le leggi e le disposizioni di applicazione le deferiscono;
f) promuove iniziative per approfondire la conoscenza dei vari problemi inerenti le scuole e collabora nell'attività culturale e sociale dell'Istituto;
g) approva il rendiconto finanziario;
h) elegge il presidente del giorno, il Comitato, gli scrutatori e nomina due revisori.

Art. 4
Riunioni

L'assemblea ordinaria si riunisce entro due mesi dall'inizio dell'anno scolastico con un preavviso di almeno 10 giomi. I lavori assembleari sono diretti da un presidente del giorno. L'assemblea si riunisce in forma straordinaria su richiesta del Comitato o di almeno 30 membri. L'assemblea, sia ordinaria che straordinaria è valida se sono presenti almeno 1/5 del membri. Essa può essere riconvocata lo stesso giorno, senza limiti di presenza.

Art. 5
Trattande

Il Comitato fissa le trattande all'ordine del giorno e prepara le liste dei presenti. L'assemblea ordinaria comprende in ogni caso:
a) l'elezione del presidente del giorno, del comitato e dei revisori;
b) l'approvazione del rendiconto finanziario.

Art. 6
Deliberazioni

L'assemblea delibera unicamente le trattande all'ordine del giorno.
Le decisioni sono prese a maggioranza semplice dei membri presenti aventi diritto di voto, ivi incluso il Comitato. In caso di parità decide il voto del presidente del giorno.

Art. 7
Diritto di voto

Ogni detentore dell'autorità parentale ha diritto a un voto, indipendentemente dal numero dei figli che frequentano l'Istituto.

Art. 8
Espressione del voto

Di regola il voto è espresso in forma palese.
Su richiesta anche di un solo membro, le elezioni dovranno essere effettuate a scrutinio segreto.

Art. 9
Elezioni

Le candidature dei membri del Comitato devono essere presentate al presidente uscente prima dell'assemblea o all'inizio della trattanda al presidente del giomo. I candidati devono dichiarare l'accettazione della candidatura.
Sono eletti i candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti. In caso di parità, decide il sorteggio.

Capitolo II:

COMITATO

Art. 10
Composizione

Il Comitato è l'organo esecutivo dell'Assemblea dei genitori e la rappresenta verso i terzi. Il Comitato è composto di 9 membri.
Ogni ordine di scuola è rappresentato da almeno 3 membri.
I membri del Comitato rimangono in carica 1 anno e sono rieleggibili.
Nel suo interno, elegge il presidente, il segretario e il cassiere.

Art. 11
Compiti

Il Comitato:
- convoca le assemblee;
- formula proposte da sottoporre all'Assemblea;
- attua le decisioni prese dall'Assemblea;
- rende conto all'Assemblea dell'attività svolta;
- designa i propri rappresentanti negli organi scolastici aperti ai genitori.

Art. 12
Presidente

Il presidente:
- convoca le riunioni del Comitato;
- dirige e coordina l'attività del Comitato.

Art. 13
Deliberazioni

Il Comitato può deliberare se sono presenti almeno 5 membri e le decisioni sono prese a maggioranza semplice dei votanti. In caso di parità decide il voto del presidente.

Capitolo III:

ALTRE DISPOSIZIONI

Art. 14
Finanziamento

Le finanze sono amministrate dal Comitato, il quale presenterà un rendiconto annuale all'assemblea ordinaria. Le firme sono congiunte a due tra cassiere, presidente o segretario.
Le entrate sono costituite da contributi volontari dei genitori e del Comune di Vacallo, da proventi di attività varie e da donazioni. Le stesse serviranno per adempiere ai doveri dell'Assemblea e per svolgere le attività in sintonia con i propri scopi.
L'Assemblea risponde nei confronti di terzi solo limitatamente al proprio patrimonio; è pertanto esclusa la responsabilità personale dei genitori.

Art. 15
Scioglimento

L'Assemblea dei genitori può essere sciolta da un'assemblea appositamente convocata a tale scopo con un preavviso di un mese. Vaigono le disposizioni di questo regolamento per quanto riguarda le presenze e le modalità di voto.
In caso di scioglimento, i fondi verranno devoluti all'Istituto.

Approvato dall'assemblea
del 17 marzo 1997
Visto e approvato dall'Ispettrice SI di circondario
in data 9 aprile 1997
Visto e approvato dall'Ispettore SE di circondario
in data 2 aprile 1997

««Torna